Al Via il Campionato nazionale di Lingue per gli studenti del Marconi


Quest’anno Gli studenti del Marconi parteciperanno al Campionato Nazionale delle Lingue, organizzato dall’Università di Urbino Carlo Bo in collaborazione con il Centro Linguistico d’Ateneo, col patrocinio dell'Ufficio Scolastico Regionale del Comune di Urbino e con l’ERSU della città.
Giunto ormai alla sua ottava edizione il Campionato nasce con la finalità di individuare l’eccellenza in ambito linguistico tra i ragazzi iscritti al 5° anno degli Istituti di Istruzione Superiore del territorio nazionale. Nelle passate edizioni è aumentato in maniera esponenziale il numero di partecipanti provenienti da ogni Regione italiana e la manifestazione è diventata al contempo una gara organizzata in una splendida cornice come quella urbinate e una occasione unica di confronto tra ragazzi brillanti e motivati e docenti desiderosi di confrontarsi con l’università. Dopo la selezione svoltasi online che ha messo a dura prova gli studenti del Marconi, peraltro Ente certificatore Cambridge, e che ha accertato le competenze degli alunni necessarie per essere ammessi alla competizione, i ragazzi, accompagnati dalla docente di Lingue professoressa Patrizia Castiglione, svolgeranno nei prossimi mesi una prova presso i laboratori della scuola in modalità online, grazie ad una piattaforma digitale creata appositamente dal Centro Linguistico d’Ateneo di Urbino e utilizzando il materiale predisposto dal personale esperto linguistico del CLA. Le prove semifinali poi, per chi avrà superato quelle iniziali, si svolgeranno il giorno 15 febbraio 2018 alle ore 13,00 a Urbinopresso la sede del Centro Linguistico d’Ateneo (CLA),mentre quelle finali si svolgeranno il giorno 16 febbraio 2018 alle ore 8:00presso la sede del Centro Linguistico d’Ateneo, sempre nella città marchigiana.
Inoltre quest’anno il Campionato è stato inserito dal Miur nel Programma annuale per la valorizzazione delle eccellenze. “Per raggiungere questo importante traguardo – spiega la professoressa Enrica Rossi – è stato fondamentale includere attività di studio e aggiornamento glottodidattico dedicate ai docenti che accompagnano i ragazzi. Si tratta di due giornate che si avvalgono di accordi con prestigiose università straniere. Nell’edizione passata abbiamo collaborato con l’Università di Ioannina e l’Università Autonoma di Barcellona. Quest’anno sarà il turno dell’Università di Pécs e dell’Università di Akureyri”.
Esperienza entusiasmante, dunque anche per i docenti che accompagneranno gli studenti partecipanti e che avranno modo di confrontare le loro conoscenze con altri colleghi e di arricchire le loro competenze in questa straordinaria occasione.

Lucia Andreano