Un robot per amico ti può salvare la vita


Dodici alunni della 4 L dell’ITI Marconi indirizzo elettronica, guidati dal prof. Maurizio Bruno si sono qualificati al primo posto tra 150 studenti siciliani,nella gara di Robocup JR Sicilia per la sezione Rescue Maze, a cui hanno partecipato circa 25 scuole dell’isola.L’evento organizzato dall’ST Microelectronics e dall’Istituto Archimede di Catania si è svolto il 10 marzo nei laboratori della grande azienda catanese.
I ragazzi hanno realizzato un robot che, posto in un labirinto chiuso quindi senza uscita che rappresenta idealmente una zona a rischio come un palazzo in fiamme o un edificio terremotato, viene programmato per individuare le zone rosse potrebbero essercivittime, superando ostacoli e pavimentazione di diversa graduazione angolare in modo da raggiungere quelle aree e rilasciare un medikit che nella simulazione è rappresentato da un cubo rosso. Per realizzare il robot sono stati creati molti componenti, alcuni dei quali realizzati con la stampante 3D e numerosi sensori infrarossi, di temperatura, di luce, più un giroscopio e cinque motori.
Gli studenti che hanno partecipato al concorso sono Federico Conti, Matteo Stimoli, AndreaNicolosi, Daniele Fazio, Marco Bucchieri, IvanNicotra, Francesco Musumeci, Francesco Cantarella, Ruggero Di Mauro, Giuseppe Cosentino, Gabriele De Martino, Gabriele Leone.
 “Dedichiamo quattro ore a settimana allo studio della robotica e spesso in ore pomeridiane - ha detto Daniele Fazio, della classe 4 vincitrice del primo premio”.
“Il nostro intento è quello di trovare dei talenti che in un futuro non molto lontano possano lavorare con noi- ha spiegato, invece, l’ing. Caizzone, direttore dello stabilimento della ST catanese.
Gli studenti che hanno ricevuto il primo premio dal presidente della regione Sicilia Nello Musumeci, si sono così qualificatiper la finale della Robocup JR, nella specialità Rescue Maze (Labirinto) che si svolgerà dall’11 al 14 aprile a Trento.

Lucia Andreano