Due studentesse del Marconi al secondo posto nella gara di CodingGirls



Si è conclusa a Catania nei giorni scorsi, la staffetta formativa di CodingGirls, giunta ormai alla sua quarta edizione, che ha visto sfidarsi le studentesse di tanti Istituti catanesi (Marconi - Mangano, Galileo Principe Umberto, Archimede) in una gara all’ultimo respiro guidata dalla super coach americana Emily Thomforde, Code Educator and Science Technology Engineering Art and Mathematics (STEAM) Specialist per appassionare le ragazze alle discipline scientifiche e fare massa critica contro il divario di genere. Si tratta dell’ultima tappa di un lungo tour che ha coinvolto nel mese di novembre scuole e atenei di Milano, Torino, Trieste, Roma, Salerno e Napoli. La collaborazione con le Università è infatti una delle principali novità della nuova edizione, risultato di un anno di lavoro sul territorio dell’associazione CodingGirls, che oggi conta oltre 25 hub in tutta Italia.
Il programma promosso dalla Fondazione Mondo Digitale e Missione Diplomatica Usa in Italia, in collaborazione con la MICROSOFT si propone di combattere gli stereotipi di genere in campo scientifico e tecnologico e all’ultimo hackathon si sono posizionate seconde le nostre studentesse del Marconi, Sohelia Russo ed Elvira Finocchiaro della 5B, portando a casa un meritatissimo secondo posto. L’ispirazione per il nostro progetto deriva da una nostra interpretazione del tema che c’è stato dato: “THANKS”. Ci ha ispirato sicuramente il convegno sulla donazione degli organi che si è tenuto recentemente proprio nella nostre scuola il Marconi di Catania – hanno commentato le studentesse vincitrici.
Soddisfatte le docenti responsabili le professoresse Vinci Pastore, Raffaela Lisi, Maria Luisa Cacciaguerra e il professore Claudio Vitale, che hanno lavorato con le studentesse per gli allenamenti duri ed intensivi, presso la nostra scuola. La sfida viene lanciata anche al mondo delle aziende, che da quest’anno potranno “adottare” una studentessa per sostenerla nel percorso di studi e contribuire così all’emergere di nuovi talenti, competenze e profili professionali.

Lucia Andreano, Addetto Stampa IIS Marconi