Quando la scuola risponde al grido dei poveri.
Il Marconi in prima linea per la colletta alimentare

Si è svolta il 24 novembre 2018 la XXII esima giornata della colletta alimentare per aiutare chi non ce la fa da solo a garantire un pasto alla sua famiglia. Un esercito di persone ormai che, stando agli ultimi dati Istat, in Italia raggiunge i 5 milioni. Questa giornata, promossa dalla fondazione Banco Alimentare Onlus, coinvolge 13.000 supermercati e grazie all’aiuto di 145.000 volontari, è dedicata alla raccolta di alimenti che poi verranno distribuiti a strutture caritative che si occuperanno di aiutare le persone che ne hanno bisogno, di cui la maggior parte è composta da bambini. L’IISIT Marconi di Catania, diretto dal professore Egidio Pagano, come ogni anno ha accolto con grandissima sensibilità e attenzione l’iniziativa dando un contributo significativo.
L’attività è stata preparata con un incontro tenuto il 22 novembre nell’aula magna della scuola, con il preside Fernando Rizza, che da anni si occupa della Colletta Alimentare e vi partecipa come volontario, e le classi terze e quarte dell’istituto. L’incontro ha messo a fuoco lo spreco alimentare e le misure per combatterlo ed ha sottolineato come la Colletta rappresenti un’efficace iniziativa proprio contro lo spreco e la povertà.Gli alunni dell’istituto Marconi, che partecipa da tanti anni all’iniziativa, hanno offerto un contributo significativo raggiungendo presso il supermercato assegnato, l’Eurospin di Gravina di Catania, un totale di 1319 kg di alimenti raccolti. Gli studenti volontari che hanno partecipato sono stati circa 20, accompagnati dai professori Rossella Forbice, Orazio La Ferla, Franca Rizzo e Teresa Scacciante. La graditissima sorpresa per i ragazzi volontari è stata quella di ricevere la visita al supermercato di Marco Lucchini, attuale Segretario Generale della Fondazione Banco Alimentare ONLUS, fondatore del Banco Alimentare, ideatore nel 1997 della Colletta. Lucchini è venuto in visita con il Direttore della sede operativa Sicilia Orientale di Valcorrente, Domenico Messina, e con un gruppo di ricercatori universitari sugli sprechi alimentari.
Anche nel resto dell’isola, peraltro, c’è stato un incremento delle donazioni del 3.8 % rispetto al 2017. Sulla solidarietà verso gli ultimi, verso chi vive in uno stato di disagio sociale, l’IISIT Marconi continua la sua opera di sensibilizzazione intera ed esterna all’istituto, facendo tesoro delle parole di Papa Francesco che ha ricordato ancora poco tempo fa: “Che cosa esprime il grido del povero se non la sua sofferenza e solitudine, la sua delusione e speranza? la risposta e? una partecipazione piena d’amore alla condizione del povero”.

 Lucia Andreano, docente addetto stampa IIS Marconi